Qual’è la Differenza tra Prestito e Mutuo?

Scegliere se optare per un Mutuo o un Prestito, richiede un’attenta analisi delle differenza che queste due tipologie di accesso al Credito presentano. Entrambe valide soluzioni a seconda delle proprie esigenze possono rispecchiare o meno parametri e variabili che potrebbero rappresentare il prodotto finanziario più adeguato ed essere la scelta migliore al fine di ottenere la liquidità richiesta per fa fronte alle proprie necessità.

SEZIONI

Prestito e Mutuo sono due differenti forme di finanziamento, rappresentate in egual maniera da un Capitale concesso da parte di una Banca o una Finanziaria e da un piano di rimborso da dover rispettare attraverso il pagamento di Rate, maggiorate dall’attuazione di un tasso di interesse. Queste caratteristiche condivise da ambedue le forme di finanziamento possono variare a seconda delle esigenze del cliente e di conseguenza può risultare ottimale una scelta indirizzata verso un prodotto offerto sul mercato piuttosto che l’altro.

 

Il Mutuo ha la peculiarità di essere un prodotto finanziario richiesto da coloro che vogliono optare per un’ingente somma di denaro finalizzata all’acquisto di un immobile. L’accesso a tale tipologia di Credito viene richiesta ad un istituto di Credito con il quale si può studiare un piano di rientro adattabile alle possibilità del cliente al fine di poter garantire una reale solvibilità del debito contratto, data la quantità consistente dell’importo richiesto. L’acquisto di un immobile può richiedere la necessità di impegnare una ingente somma di denaro, motivo per il quale chiedere una consulenza alla propria Banca è da considerarsi una soluzione ottimale per acquisire le informazioni necessarie prima di esporsi finanziariamente attraverso questa tipologia di Accesso al Credito.

Differenza tra Mutuo e Prestito

Differentemente dal Mutuo, il Prestito è invece una forma di Accesso al Credito che riserva al Richiedente la possibilità di ottenere un Finanziamento composto da un importo relativamente inferiore rispetto a quello convenzionalmente ottenibile attraverso un Mutuo ed un piano di rimborso del Debito contratto, con una scadenza più prossima rispetto a quella di un Mutuo.

Prestito e Mutuo sono due forme di finanziamento differenti, studiate ad hoc per rispondere in maniera diversa alle richieste di chi presenta una domanda di Accesso al Credito e grazie alle loro caratteristiche possono rendere vantaggiosa e conveniente una scelta rispetto ad un’altra.

Gli Aspetti Peculiari del Prestito

  • Il prestito presenta una struttura del piano di rimborso tale, da garantire una durata contrattuale inferiore rispetto a quella di un Mutuo;
  • I prestiti sono strutturati in modo tale da erogare una somma di denaro relativamente contenuta rispetto a quella potenzialmente ottenibile tramite la richiesta di un mutuo. Per questo motivo, durante la richiesta di un Prestito è necessario presentare garanzie relativamente inferiori rispetto a quelle che potrebbero essere richieste per l’accesso al Credito rappresentato da un Mutuo.
  • Questa forma di Soluzione Finanziaria non riserva la possibilità di avvalersi di sgravi fiscali, poiché in linea di massima, il prestito viene richiesto per soddisfare esigenze che non vengono considerati primarie. Motivo per il quale non è possibile godere di tale possibilità, contraendo un Prestito.
  • Il Prestito è da ritenersi non finalizzato. Motivo per il quale non si è obbligati a specificare la motivazione per la quale se ne fa richiesta. Infatti, è possibile richiedere un accesso al credito grazie a questa forma di finanziamento, senza la necessità di rendere noto il fine della propria volontà di contrarre un Debito di tale tipologia.

Gli Aspetti Peculiari del Mutuo

Il Mutuo è da intendersi tale quando vengono rispettate determinate caratteristiche. E di Seguito:

  • Il Mutuo deve sempre presentare una domanda di Accesso al Credito che sia in riferimento alla finalità di acquisto di un bene prestabilito;
  • Il Mutuo permette a chi lo ottiene di poter usufruire di particolari agevolazioni fiscali, come per esempio, la detrazione di parte degli interessi dalle tasse di riferimento.
  • Il Mutuo prevede in linea di massima una durata contrattuale di un periodo medio-lungo.
  • Il Mutuo è una forma di Accesso al Credito che permette di ottenere una somma di denaro ingente;
  • L’istituto di credito erogante richiede sempre garanzie reali al fine di poter approvare la richiesta. Ad esempio, l’ipoteca sulla casa dal momento che ci troviamo di fronte ad un finanziamento di una somma ingente.

Di seguito vengono riportate alcune variabili che permettono un confronto fra le due diverse forme di Accesso al Credito in argomento.

Nel caso particolare dei dipendenti pubblici consigliamo di approfondire il tema dei mutui INPDAP cha hanno notevoli vantaggi rispetto ai mutui normalmente erogabili dagli istituti di credito.

 

La scelta di un prodotto finanziario rispetto ad un altro è da intendersi strettamente dipendente dalla motivazione per la quale si richiede di Contrarre un Debito con una Banca o una Finanziaria.

Il prestito presenta una velocità di erogazione ed una tempistica più celere rispetto ad un Mutuo, la mancanza della necessità di avvalersi di un Notaio e spese minori relative all’apertura della pratica o dell’istruttoria

 

Sottoscrivere un mutuo può risultare invece essere molto vantaggioso in base ad altri parametri:

  • Tassi di interesse significativamente più contenuti rispetto ad un Prestito;
  • Piani di Rimborso più dilazionati nel tempo;
  • Importi più consistenti.

Prestiti Finalizzati e Prestiti non Finalizzati

Sul Mercato è possibile richiedere informazioni riguardo due macro tipologie di Prestiti: Prestiti Finalizzati ed i Prestiti non finalizzati.

La necessità di specificare la motivazione per la quale si richiede l’accesso al Credito è propedeutica alla categorizzazione della forma di prestito scelta, in modo tale da poter indirizzare il cliente verso la soluzione migliore, strutturata in base alle proprie necessità. Mentre i Prestiti non finalizzati non presentato la necessità di specificare il fine per il quale se ne presenta una domanda per l’accesso, i Prestiti Finalizzati sono rivolti all’acquisto di un bene specifico e convenzionalmente vengono erogati nella sede di acquisto del bene grazie ad accordi con gli istituti finanziatori.

 

Una Forma particolare di Finanziamento è il Prestito riservato a finalità che riguardano la Casa.

 Una forma di accesso al Credito, il Prestito Casa, che in linea di massima viene richiesto per far fronte a lavori relativi ad un immobile.  

Si fa richiesta di un prestito per coprire, infatti, le piccole spese legate a lavori di ristrutturazione, di manutenzione, di restauro o per l’acquisto di arredamento. Diverso è il Mutuo Casa con la finalità specificata dell’acquisto di un immobile.

Il tasso di interesse del mutuo: le differenze tra fisso, variabile e misto

La valutazione del tasso d’interesse per stabilire l’importo delle rate di rimborso è una componente essenziale della Struttura di un Mutuo. Esistono diverse tipologia di tassi, Il tasso di interesse fisso, che si mantiene costante per tutta la durata del contratto. 

Questa condizione raffigura una garanzia contro le oscillazioni di mercato, ma al contempo non consente di poter fruire di eventuali agevolazioni. Il tasso di interesse variabile prevede, invece, rate differenti in base al tasso di mercato e alla politica economica con il rischio che un aumento dell’importo mensile possa diventare anche non sostenibile.

Il tasso di interesse misto permette di passare da un tasso fisso ad uno variabile con scadenze che possono essere fisse o stabilite in base a quanto è stato sottoscritto nel contratto iniziale in banca. Questo tipo di contratto prevede, infatti, due parti: una a tasso fisso e l’altra variabile.

Potrebbero Interessarti:

Lascia un commento