Mutui INPDAP per Ristrutturazione della Casa

Una guida che chiarifica come funziona un prestito su internet

Ai Dipendenti Pubblici e Statali viene riservata una particolare forma di prestito agevolato, cosiddetti Mutui Inpdap, grazie ai quali è possibile ottenere un finanziamento per l’acquisto, il riscatto o la costruzione della propria casa, purché sia in riferimento al primo immobile ad uso residenziale.

SEZIONI

I prestiti InpDap sono dei particolari prestiti agevolati dedicati ai dipendenti pubblici e statali ed ai pensionati amministrati dall’Inps, iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie (Fondo Credito).

Nel Dettaglio, i prestiti Pluriennali diretti ed i mutui InpDap vengono gestiti dall’INPS a seguito dell’accorpamento delle competenze dell’Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica InpDap all’ Istituto Nazionale delle Previdenza Sociale. La richiesta può essere presentata esclusivamente online tramite la propria Amministrazione di Competenza.

I Prestiti InpDap sono una soluzione creditizia di interesse anche per la finalità di ristrutturazione dell’abitazione. Questa tipologia di Prestiti è richiedibile sia in forma di Prestito a breve termine con durata fino a 48 mesi, sia a medio-lungo termine con durata quinquennale o decennale.

Il Piccolo Prestito Inpdap ed il Prestito Pluriennale Garantito rappresentano un’adeguata soluzione vantaggiosa nel caso di richiesta di accesso al credito.

Mutui Inpdap per RISTRUTTURARE CASA

Mutui InpDap per l’acquisto della Prima Casa

I Prestiti pluriennali diretti InpDap sono Prestiti la cui gestione ed erogazione sono sviluppate in base alla disponibilità economica dell’Istituto nazionale della Previdenza Sociale INPS. Possono avere una durata Quinquennale o Decennale e possono essere richiesti dai Dipendenti Pubblici e Statali e da Pensionati, iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Sociali e Creditizie da almeno 4 anni e con un minimo di 48 mesi di anzianità di Servizio.

Per i Lavoratori Dipendenti è riservata la possibilità di far valere come requisito necessario il loro contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato, purché se a tempo determinato della durata di almeno 36 mesi. Nel caso della richiesta di un Prestito con contratto a tempo Determinato, la durata del Prestito non può superare i termini di scadenza del Contratto.

Grazie alla possibilità di godere di una disponibilità con un tetto massimo di € 150.000, i Prestiti Pluriennali diretti possono essere ottenuti per acquistare, riscattare o costruire un immobile ad uso residenziale.

I Prestiti Pluriennali InpDap per l’acquisto della Prima Casa possono prevedere un piano di rimborso fino a 120 mesi, accessibile tramite una Cessione del Quinto con una Rata Mensile in forma di trattenuta fino ad un quinto dello Stipendio netto Mensile o della Pensione Netta Mensile.

 

Questa tipologia di Prestiti presenta un Tasso annuale nominale (TAN) del 3,5%, al quale bisogna aggiungere uno 0,5% per le spese amministrative ed un Contributo al Fondo Rischi, variabile in base all’età del richiedente il Prestito e della Durata del Prestito. I pensionati hanno la possibilità di portare a termine il piano di rientro fino all’età di 90 anni.

 

Per poter aver accesso al Credito è necessario presentare una Domanda esclusivamente tramite la propria Amministrazione di Competenza, allegando un certificato medico di sana costituzione e la documentazione inerente l’acquisto dell’immobile.

Mutui InpDap per l’acquisto della Prima Casa

Ai Dipendi pubblici e Statali ed ai Pensionati INPS è riservata in aggiunta la possibilità di richiedere un mutuo InpDap per l’acquisto della prima casa con un tetto massimo finanziabile di € 300.000. L’accesso a questa tipologia di Credito è riservata a richiedenti iscritti almeno da 3 anni al Fondo Credito con un contratto di lavoro a Tempo Indeterminato.

I Mutui InpDap vengono erogati con un tasso nominale del 2,95% se fisso, mentre viene calcolato in Base all’Euribor a 6 mesi, maggiorato di 200 punti base, se variabile.

Le richieste devono essere presentate in via telematica sul portale dell’INPS, allegando la Documentazioni di riferimento inerente l’immobile ed il proprio nucleo famigliare, inviando lo Stato di Famiglia.

Prestiti InpDap per l’acquisto della Prima Casa del Figlio

Ai Dipendenti Pubblici e Statali ed ai Pensionati INPS è riservata la possibilità di richiedere l’accesso al Credito per ottenere un Prestito con la finalità di acquisto della prima Casa ad uso Residenziale per il proprio figlio.

 

Il Figlio di un Dipendente Pubblico o Statale o di un Pensionato INPS deve rispettare il requisito necessario di non rientrare a fare parte dello stato di famiglia dell’iscritto.

Alla richiesta di tale tipologia di Credito è necessario allegare il certificato Medico di sana Costituzione e l’atto notarile di compravendita non più vecchio di 12 mesi o una copia dell’atto preliminare di compravendita opportunamente registrato.

 

Inoltre il figlio del richiedente deve poter essere in grado di presentare a supporto della domanda un reddito dimostrabile che può essere rappresentato da un contratto a tempo indeterminato o da una dichiarazione dei redditi ed allegare una copia del certificato di reddito alla richiesta di prestito.

Prestiti Inpdap per ristrutturare la casa: prodotti creditizi

Per gli iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali è possibile inoltrare telematicamente una domanda di richiesta di Prestito o Mutuo, utilizzando appositi modelli reperibili online.

Prestito InpDap pluriennale 5 anni: ristrutturazione casa

Secondo quanto sancito nell’apposito Regolamento è possibile ricevere un Prestito pluriennale con durata 5 anni per:

  • eseguire lavori condominiali della casa in proprietà di residenza,
  • eseguire lavori di manutenzione ordinaria per la casa di residenza, di cui il sottoscritto è un soggetto proprietario, usufruttuario, conduttore,
  • sostenere spese per l’installazione domestica di impianti di energia rinnovabile nella casa di residenza.

Prestito Inpdap pluriennale 10 anni: ristrutturazione casa

Secondo quanto sancito nell’apposito Regolamento è possibile ricevere un Prestito pluriennale con durata 10 anni per:

  • riscattare alloggi popolari o alloggi di enti pubblici già condotti in locazione,
  • acquistare una casa in cooperativa ed eseguire i lavori di ristrutturazione edilizia,
  • costruire o acquistare e ristrutturare la casa destinata ad uso abitativo,
  • eseguire e sostenere spese di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento edilizio e ristrutturazione edilizia della casa di proprietà o di nuda proprietà.

Prestito Inpdap 60 rate: spese di manutenzione ordinaria

E’ possibile richiedere un Prestito InpDap con durata di 5 anni per finanziare le spese relative alla manutenzione ordinaria per la casa di residenza, di cui l’iscritto è proprietario, usufruttuario o conduttore.

L’importo lordo massimo ottenibile è di 30.000,00 e l’importo del prestito non può superare la spesa preventivata per gli interventi.

Prestito Inpdap 120 rate: spese di manutenzione straordinaria e spese di ristrutturazione edile

L’importo lordo massimo ottenibile è di € 100.000,00. Gli interventi sono quelli di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia. L’importo del prestito non potrà essere superiore alle spese preventivate ed i documenti da allegare alla domanda sono ascrivibili ai seguenti:

  1. Documento dal quale risulti la proprietà o la nuda proprietà; 
  2. Dichiarazione del direttore dei lavori attestante che i lavori sono in corso; 
  3. Computo metrico estimativo rilasciato da iscritti agli albi professionali o da imprese edili su carta intestata; 
  4. Segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.), denuncia di inizio lavori (D.I.A.) o permesso di costruire.

Potrebbero Interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *