Prestiti tra Privati

I Prestiti tra Privati sono sicuri e Legali? Ecco i Rischi e la Guida per farli in sicurezza

Una soluzione alternativa a forme di Finanziamenti offerti e proposti sul mercato da Banche e Finanziarie sono i Prestiti che avvengono tra soggetti privati.

SEZIONI

I Prestiti tra Privati possono essere distinti in due tipologie differenti, quelli non regolamentati fra privati e quelli regolamentati con la presenza di un intermediario autorizzato dalla Banca D’Italia.

Prestiti tra privati NON regolamentati

Grazie ad un semplice accordo fra le parti è possibile categorizzare un Prestito tra Privati non regolamentato e conseguentemente per logica privo di qualsiasi genere di spesa e costo se non quelli accordati fra amici, famigliari e conoscenti.

 

E’ possibile distinguere i Prestiti tra privati non regolamentati in:

  1. Prestito tra privati stipulato con scrittura privata;
  2. Prestito tra privati epistolare;
  3. Prestito tra privati garantito da cambiali.

Prestiti tra Privati

Prestito tra privati stipulato con scrittura privata

L’accordo viene formalizzato grazie ad una scrittura privata fra le parti, che tutela i soggetti coinvolti nel Prestito, chiarendo e certificando per iscritto le condizioni che regolano il Prestito. La Forma scritta è una testimonianza dell’esistenza di un contratto che tutela i Privati agli occhi degli enti di sorveglianza preposti. 

L’Agenzia dell’entrate potrà così verificare l’assenza di anomalie riguardo movimenti bancari fra il Creditore ed il Debitore. La scrittura privat potrà essere presentata come prova nel caso vengano richiesti chiarimenti da parte del Fisco.

 

Nella scrittura privata dovranno essere indicati:

 

  • I dati anagrafici del creditore e del debitore;
  • L’importo del Prestito;
  • La data nella quale è stato stipulato il contratto fra le parti;
  • La durata del Prestito;
  • La modalità con la quale si sviluppa il piano di rimborso del Prestito.
Prestiti tra Privati e paranti senza garanzie

Una specifica necessaria all’interno del Documento a certificazione del Prestito è quella che riporta la dicitura “Contratto di Mutuo redatto secondo le norme di cui all’art. 1813 cc e seguenti”, dove verranno specificate le eventuali garanzie scelte dalle parti (Garante o ipoteca) e l’eventuale finalità della richiesta e concessione del Prestito.

Nel documento dovrà anche essere aggiunta la dicitura “contratto di mutuo redatto secondo le norme di cui all’art. 1813 cc e seguenti”

Nel contratto si dovrà specificare se il prestito è:

lInfruttifero, qualora non vengano richiesti interessi da parte del Creditore

lFruttifero, vengano richiesti interessi da parte del Credito. Verrà di conseguenza indicato il Tasso di interesse richiesto, inferiore al livello di Tasso usuraio, ed il Creditore dovrà indicare gli interessi incassati durante la fase della dichiarazione dei Redditi.

Una considerazione da fare riguardo la convenienza o meno dei Prestiti tra Privati, è la presenza delle imposte richieste a gravare sul Costo del Prestito ed il fatto che il Debitore non potrà detrarre gli interessi passivi versati al Creditore.

Prestito tra privati epistolare

Il Prestito tra Privati Epistolare, redatto in forma scritta, richiede un invio del Contratto per corrispondenza fra le Parti ed una volta ricevuto e firmato, viene rispedito al Mittente. Questo tipologia di Prestito non richiede l’obbligatorietà della registrazione e conseguenti richieste di imposte.

Prestito tra privati garantito da cambiali

Grazie alla Garanzia offerta dal Titolo di Credito rappresentativo di questa tipologia di Prestito, il Prestito tra Privati garantito da Cambiali riserva al Creditore la possibilità di richiedere l’esecuzione forzata del Titolo, se il debito risulta insolvente alla scadenza.

 

Nelle tipologie di Prestito elencate il Creditore avrà sempre il diritto di ricorrere ad un Giudice per ottenere un decreto ingiuntivo, qualora fosse necessario il recupero del Credito nel caso in cui il Debitore non rispetti le scadenze secondo il piano di rimborso specificato nella scrittura privata. Trascorso il termine di 40 giorni, si potrà procedere di conseguenza all’esecuzione forzata.

Prestiti tra privati REGOLAMENTATI

La conclusione di questa tipologia di Prestito avviene grazie alla collaborazione di un intermediario autorizzato.

 

Di seguito i Soggetti coinvolti:

  • Prestatore: il soggetto che presta il capitale dietro il pagamento di interessi;
  • Richiedente: il soggetto che richiede il finanziamento;
  • Intermediario: il soggetto che si avvale di piattaforme autorizzate a concedere prestiti tra privati.

 

Questo tipo di Prestito è da considerarsi sicuro grazie alla Supervisione della Banca D’Italia e grazie alla Consultazione della Centrale Rischi e delle Banche Dati Creditizie da parte degli intermediari durante la fase di istruttoria. In aggiunta questo tipo di Prestito risulta conveniente poiché i costi di gestione sono minori grazie ad una struttura più semplice rispetto a quella di una Banca o una Finanziaria.

Considerazioni e Consigli per un prestito tra Privati in Sicurezza

I Prestiti Personali tra Privati possono essere una soluzione ottimale per chi non può offrire le garanzie necessarie per accedere al Credito tramite Banche o Finanziarie, in considerazione anche dell’eventualità di essere ritenuto un Cattivo Pagatore e/o presentare pregiudizievoli o protesti. I Prestiti Personali tra Privati offrono il vantaggio di poter essere di conseguenza senza garanzie, ma allo stesso tempo tutelati dalla presenza di un intermediario per la gestione e la certificazione del processo, dall’istruttoria alla conclusione del contratto.

 

Grazie alla possibilità di avvalersi di una scrittura privata o tramite l’utilizzo di Cambiali, fino al Social Lending, è possibile considerare considerare Legali in Italia i Prestiti tra Privati a condizione che rispettino regole prestabilite, senza il rischio che si verifichi un’evasione fiscale o un usura.

 

Grazie al Redditometro è possibile in aggiunta garantire la dovuta trasparenza dell’operazione di Prestito tra Privati, in modo tale da poter collimare i movimenti Bancari con le dichiarazioni Fiscali dei Soggetti coinvolti nel Prestito.

Il Crowfunding

Il Crowfunding è un’alternativa valida rivolta maggiormente alle imprese, simile al Social Lending, nel caso in cui si voglia optare per una StartUp.

 È definibile come finanziamento collettivo ed è caratterizzato da diverse tipologie di piattaforme. 

Le piattaforme di Crowdfunding più famose sono: crowdfundme.it, kickstarter.com o mamacrowd.com

Una caratteristica importante del crowdfunding, rispetto al social lending, è che conta molto la bontà e la credibilità di un progetto, piuttosto che la sostenibilità finanziaria di chi chiede risorse per realizzarlo, motivo per il quale è consigliabile optare per questa soluzione presentando la dovuta documentazione relativa al progetto per il quale ci si vuole esporre finanziariamente.

Potrebbero Interessarti:

Lascia un commento